Il legno

Recommend
Share
Tagged in
Rifiuti di legno

IL RICICLO

Recuperare il legno significa preservare l’ambiente che ci circonda. Il legno è un materiale igienico perché facilmente pulibile, igroscopico, in quanto assorbe l’umidità, biodegradabile al 100% e facilmente recuperabile. I rifiuti di legno riciclabili sono bancali, cassette per la frutta, casse per imballaggio, travi da demolizione, assi, mobili vecchi, potature e così via. La Osson è una piattaforma di recupero autorizzata per gli imballaggi in legno: grazie ai propri mezzi auto-caricanti preleva il materiale dalle diverse imprese, lo stocca nella propria piattaforma in spazi dedicati e successivamente lo invia a centri di trattamento specializzati. In questi centri di trattamento il legno subisce una prima riduzione di volume per essere poi avviato agli impianti di riciclaggio dove subisce le operazioni di pulizia e viene ridotto in scaglie, cioè frantumato meccanicamente in piccoli pezzi detti “chips”. Successivamente i macchinari chiamati “pulitori” ne eliminano i corpi estranei minori (chiodi, sassolini, ecc.) mentre altri detti “mulini” lo raffinano ulteriormente, rendendo le fibre ancora più piccole. Il legno passa poi ad un essiccatoio e ai pulitori pneumatici a secco. Il semilavorato ottenuto, amalgamato con resine, forma il protopannello che, pressato a freddo e a caldo, dà forma a pannelli di legno di varie misure, impiegati per la costruzione di mobili e rivestimenti interni ed esterni. Con alcune tipologie di scarto, invece, si producono bricchetti di legno pressato utilizzabili in stufe tradizionali. Gli scarti industriali della lavorazione del legno vergine (segature, rifili, rimanenze da tagli) possono essere anche impiegati in cartiera per la produzione di pasta cellulosica, nei centri di trattamento della frazione organica dei rifiuti (compostaggio) o nell’edilizia per la produzione di blocchi di legno-cemento. Quando, invece, il legno non è adatto alla trasformazione e al riciclo, viene inviato agli impianti di termovalorizzazione ed utilizzato per produrre calore ed energia proprio perché, per sua natura, ha una resa molto buona in termini di potere calorico.